Cambiamento vs Trasformazione

pubblicato da: Massimiliano Vanzo - 2 marzo, 2014 @ 8:29 pm

cambiamenti crisi azione changeCambiamento, cambiare, chances…una delle parole più abusate del nostro attuale momento socio-politico-economico.

Cambiare le persone, cambiare direzione, cambiare le abitudini, cambiare la società, cambiare vita. Sembra che il cambiamento sia la soluzione a tutti i problemi che affliggono l’essere umano.

In realtà “cambiare” è, nella accezione più classica, un mutamento repentino che sovverte la realtà che stiamo vivendo in ogni ambito in modo quasi “violento”.

Nella mia esperienza di formatore e costruttore di una rete commerciale ho verificato che raramente le persone che s’impegnano a cambiare, raggiungono lo stadio ultimo del cambiamento stesso. Difatti, spesso e volentieri, l’energia e la forza che richiedono un cambiamento repentino sono troppo grandi perché un individuo lo porti fino in fondo.

In questi anni ho sentito troppo spesso dire “da oggi cambia tutto” oppure “devo cambiare la mia Vita” oppure “devo cambiare lavoro” ecc., ma nella realtà dei fatti la maggior parte di noi, nella propria intimità, quando nessuno lo vede o lo sente, ha paura di portare delle effettive modifiche alla propria Vita.

Conosciamo tutti questa dinamica, no? Ognuno conosce quella vocina insistente e fastidiosa che lo mette davanti a tutte le insidie che si troverà ad affrontare quando decide di cambiare qualcosa! Una persona un giorno me lo ha espresso così: per quanto puzzolente, la cacca è sempre un posto caldo e conosciuto dove stare. Rende molto l’idea non credete?

Quindi? Se non posso cambiare, perché non ho sufficiente forza, perché la mia Autostima non è abbastanza alta, perché non ho gli strumenti, sono condannato a restare dove sono?

No, assolutamente no, ma come abbiamo già detto i cambiamenti avvengono per due principi: dolore e piacere. Ne ho parlato nell’articolo sul “Grande Perché” (leggi qui).

Voglio proporti una via d’uscita: impara ad usare il “Potere della Trasformazione“.

Qualcuno dirà che cambiamento e trasformazione sono un sinonimo l’uno dell’altro, ma in realtà lo sviluppo di questi due concetti è diverso.

Mentre il cambiamento troppo spesso è rapido e doloroso, quindi per sua natura reversibile nella maggior parte dei casi (la paura ci fa fare dietrofront!), la trasformazione è un processo più lento, più profondo, e quindi più duraturo e determinante.

E’ il principio su cui si basa qualcosa che tu già conosci: lo sport. Un fisico scolpito, una prestazione sportiva, un performance eccellente non si creano all’improvviso ma prendono forma attraverso un costante lavoro di “trasformazione” dell’allenamento in prestazione.

Quindi comincia a pensare a come “trasformare” la tua Vita, piuttosto che come cambiarla radicalmente.

Da dove cominciare?

Secondo me scrivendo una lista di 5 cose che NON sei più disposto ad accettare della tua Vita, e da lì creare una “Routine Vincente” che ti porti a sviluppare le qualità e le abilità che inducano ad un effettivo impatto nella tua Vita. Queste 5 cose devono essere quelle che provocano più dolore nella tua attuale Vita.

Recentemente una persona a cui tengo molto mi ha detto: “non è colpa di nessuno, sono io che quando prendo una decisione, non ho poi il coraggio di portarla fino in fondo“. E’ una persona debole?  E’ una persona fragile? Assolutamente NO! Solamente ha voluto portare dei cambiamenti troppo radicali in tempi troppo stretti senza aver sviluppato tutte le abilità necessarie per rendere duraturo il nuovo percorso che vuole intraprendere.

Così come un fabbro modella l’acciaio uno strato alla volta, una martellata alla volta, colpo su colpo fino a trasformare un informe Fabbro acciaio incudine 2pezzo di ferro in un’affilata spada composta da centinaia di strati, così per ognuno di noi è necessario concentrarci costantemente su piccoli, importanti e determinati “aggiustamenti” nelle nostre abitudini e nella nostra voglia di acquisire nuove prospettive per compiere una “trasformazione” che porti la nostra realtà ad un livello inimmaginabile: la Vita che vogliamo e che meritiamo di vivere a pieno.

Per trasformare la tua Vita, devi lavorare per diventare la persona giusta per indossare l’abito perfetto che intendi cucirti addosso. Per farlo sai che il tuo ago e filo saranno la tua Autostima e la tua Autodisciplina.

Ora la domanda che ho per te è questa: febbraio è già finito, quanto vuoi ancora aspettare prima di metterti in gioco?

La primavera è vicina, fatti trovare pronto per la semina!

Di seguito uno splendido video in cui Jim Rohn ci illustra il potere della trasformazione grazie anche al potere del comunicare con gli altri: imperdibile!

Continua a seguirmi sulla pagina Facebook “Max Vanzo” (collegati da qui), dove ogni giorno cerco di dare qualche spunto e punto di vista “diverso” su cui riflettere.

Trasformati in ciò che credi meglio per te, ma inizia ORA!


Lascia un commento

*