Il Futuro degli U40

pubblicato da: Massimiliano Vanzo - 14 aprile, 2014 @ 2:46 pm

Questo post nasce dopo aver letto una considerazione fatta su FB dal mio amico Francesco Fabbri.

Guardate questo minuto di video…

 

E’ un video che mi mette sempre i brividi, perché sembra effettivamente rappresentare la proiezione dei tempi moderni vissuti dalle persone della mia età,  gli U40.

E’ vero quanto viene detto?

Si e no! In realtà il mondo è ricco di opportunità, basta che tu NON sia disposto ad accettare la realtà che stai vivendo come l’unica possibile.

Parlando con molte persone, grazie alla mia attività, mi rendo conto che la maggiore “ansia” che hanno è dovuta al fatto che sono poco consapevoli che le regole del gioco in cui hanno vissuto finora stanno cambiando. Quello che è stato, per esempio,un dogma per i nostri genitori, il posto fisso, di fatto sta dimostrando tutta la sua fragilità. Nel prossimo futuro la vera “sicurezza” l’avrai solo lavorando per te stesso, o comunque avendo un progetto finanziario (v. seconda attività) di supporto. La vera “sicurezza” non nasce dallo stipendio, nasce dal dare valore a chi sei ed andare sul mercato a dimostrare questo “valore”.

Può anche non piacerti quello che ti sto dicendo, ma oggettivamente le cose stanno così. I nostri figli saranno la prima generazione in 50 anni a trovarsi ad avere meno possibilità di noi. Avranno meno sicurezze, ma molte più opportunità, se noi saremo in grado di guidarli nella trasformazione in essere nella nostra società. Dobbiamo guidarli a credere che il mondo appartiene alle scelte che faranno e alla forza che infonderanno in queste scelte. Se semini un messaggio di qualità, avrai un essere umano di qualità. 

Recentemente mi hanno fatto notare che nell’idioma cinese la parola “crisi” significa “problema” e “opportunità”. Interessante no? Nello stesso idioma c’è sia il problema che la soluzione. La stessa cosa vale per la nostra Vita.

Problema e soluzione, nella stessa parola… ‘sti cinesi le sanno proprio tutte! ;-)

A prescindere dalla battuta, la cosa mi trova in estatica ammirazione in quanto si sposa a pieno con la mia filosofia personale. Cosa ti porta a vedere una soluzione in un problema? Torniamo a bomba sempre lì: la stima che hai nelle tue capacità di pensare, agire e superare una difficoltà. Ecco perché l’Autostima è così importante.

L’Autostima è lo scudo che ti permette di essere riparato mentre nella tua Vita infuria la bufera. Riparato, non nascosto! Le cose vanno affrontate e risolte, ma questo “scudo” ti permette di farlo ricavando uno spazio al tuo interno per credere che ce la farai, anche quando il mondo ti urla in faccia il contrario!

Noi U40 siamo una generazione strana, scriviamo su FB di “credere nei propri sogni”, ma non facciamo un granché per portare valore aggiunto in fatto di innovazione e crescita. Tutti gli U40? Naturalmente NO, ma molti, moltissimi vivono come “ignavi” in una Vita fatta di lamentela anziché creatività. Il mio è un giudizio? No, è una constatazione della realtà che si vive.

A volte sento dire che i giovani sono tutti pigri, senza verve, senza forza, ma nessuno si domanda: chi ha educato questa  strana entità chiamata “giovani”? Noi! Noi! Noi! Con il nostro “pessimo esempio” gli stiamo facendo credere che la Vita non ha altro da offrire loro che “rape rosse”!

Abbiamo una grande occasione, possiamo essere la prima generazione di svolta che trasformerà il testimone che ci hanno passato, carico di pessimismo, in una freccia dorata che vola verso un futuro libero e solare.

Prestiamo attenzione alla nostra Autostima e gestiamo al meglio il nostro Ego. Come distinguo la differenza? L’Autostima parla coi fatti, coi risultati, l’Ego parla di un bluff che quando andiamo – in termine pokeristico –  a “vedere” risulta per quello che è: panna montata . E’ sottile la distinzione tra Autostima ed Ego. Purtroppo la nostra società è permeata di molto Ego e poca Autostima: molta gente che parla e poca gente con risultati.

Sei un U40? Ecco una buona domanda per te: dove sarai tra 5 anni?  Non cadere nella trappola del “ho tempo”. Costruisci ORA quella che Jim Rohn chiamava “la tua filosofia personale”.  Che bella definizione. “La tua Filosofia personale”, quella determina il potere che ognuno di noi ha nel creare la propria Vita, plasmandola secondo le proprie credenze, i propri obiettivi, le proprie esperienze.

Prima di lasciarvi con un video emblematico di Jim Rohn in merito, voglio ricordarvi che potete seguirmi anche sulla mia pagina FB “MAX VANZO” (qui).

Buona visione e buona riflessione…

 

 


Lascia un commento

*